Richiedi informazioni Area Riservata
Orario

Lun - Ven 9:00 - 17:00

Baidu il motore di ricerca per vendere in Cina

13 Ottobre 2020

Esiste solo Google? Non esattamente, questo è quello che pensiamo in occidente, ma dall’altra parte del mondo in Cina hanno un motore di ricerca che esegue le stesse funzioni, ma che si chiama Baidu.

Per farsi trovare in Cina, per acquisire nuovi cliente, per vendere, serve essere posizionati sul principale motore di ricerca in lingua cinese. Questo forse è la prima valutazione che farà un digital export manager capace.

 

Cos’è Baidu?

È il secondo motore di ricerca più usato del mondo, il che significa che è una piattaforma incredibilmente importante per fare pubblicità. 

I concorrenti diretti di Baidu sono Google Hong Kong, Yahoo! Cina e Microsoft Bing.

Come detto prima, molte persone in occidente non avranno mai sentito parlare di Baidu, il motore di ricerca più popolare in Cina.

Fondato nel 2000 da Robin Li e il suo socio Erix Xu, Baidu nasce come un sito di ricerca per la musica, ma ottiene molto presto l’autorizzazione dal governo di Pechino per trattare informazioni, immagini e molto alto. 

Per poter entrare nel mercato cinese è fondamentale conoscere questo motore di ricerca per il semplice motivo che, più del 90% degli utenti internet cinesi utilizza Baidu, oltre il 75% circa delle query di ricerca online della nazione avvengono su Baidu, cosa che equivale a miliardi di ricerche al mese.

Baidu ha oltre un miliardo di utenti mobili attivi e il suo assistente vocale, DuerOS, genera oltre 2 miliardi di query vocali al mese.

 

Come mai Baidu e non Google?

Inizialmente Baidu ha dovuto affrontare la concorrenza di Google, ma, a causa delle rigide norme e dei regolamenti cinesi, Google e tutti i suoi siti sussidiari (Gmail, Google Translate, YouTube, Maps ecc.) sono stati bloccati ad inizio 2010, quindi da quel momento Google e tutti i suoi siti non sono più presenti in Cina.

 

Come funziona Baidu

Le caratteristiche e il layout di Baidu sono molto simili a quelli di Google, offrendo dei servizi molti simili ma rivolgendosi al mercato cinese, e censurando tutti i risultati di ricerca e i contenuti che non sono in conformità con le normative cinesi.  

Baidu offre una gamma di servizi molto ampia: video, notizie, mappe, enciclopedia, antivirus e internet Tv, ma soprattutto è un importante motore di ricerca per siti web, file audio e immagini. 

Come Google, anche Baidu genera profitti dalla pubblicità, gli inserzionisti infatti devono fare delle offerte per le parole chiave che attiveranno le visualizzazioni sui loro annunci, allo stesso modo possono anche pagare per ottenere un posizionamento migliore nei risultati di ricerca. 

Una delle differenze fondamentali rispetto a Google è che quest’ultimo privilegia i risultati organici nella SERP (Search Engine Results Page), mentre su Baidu gli annunci a pagamento hanno la priorità, questo dovuto al fatto che i cinesi collegano il fatto che un azienda paghi per degli annunci pubblicitari alla sua affidabilità e serietà. 

 

Baidu classifica i siti in base alla loro homepage, quindi, per essere ben posizionati bisogna dare il meglio nella homepage del sito, ma soprattutto evitare di utilizzare termini inglesi che vengono bloccati. 

La lingua cinese è complessa, con alcune parole che hanno più significati. Gli algoritmi di ricerca di Baidu attribuiscono quindi molta importanza al contesto in cui le parole vengono utilizzate nel contenuto.

 

Come rendere al massimo su Baidu:

  • Dominio del sito 

Fra le principali tecniche di ottimizzazione SEO su Baidu c’è l’hosting localizzato.

Per via delle misure di controllo di Internet in Cina e del conseguente blocco di alcuni siti web occidentali, è molto utile avere un sito basato su un dominio locale, questo permetterà che il sito non sia penalizzato a livello di SERP. 

Il sito inoltre avrà un caricamento molto più veloce rispetto a uno con dominio non localizzato.

 

  • Grafica e contenuti 

Per fare una buona SEO su Baidu però non basta solo avere un dominio cinese, è molto importante avere un sito che rispecchi quelli che sono gli standard contenutistici e grafici ai quali sono abituati i consumatori cinesi. 

 

La prima cosa su cui concentrarsi è la homepage, che deve essere molto curata, ricca e dettagliata, una pagina in cui l’utente può da subito visualizzare le informazioni di base dei prodotti, visualizzare quali sono i brand e le offerte disponibili, i prodotti dovranno poi essere divisi in categorie, permettendo l’accesso diretto alle tipologie di beni desiderati. 

 

Molte volte agli occhi degli occidentali un sito cinese può sembrare troppo pieno e carico di informazioni, dobbiamo quindi sforzarci di metterci nei panni del potenziale cliente cinese. 

 

  • Giuste Keyword

Le “keyword” o parole chiave sono fra i pilastri di una efficace ottimizzazione SEO su Baidu e su qualunque altro motore di ricerca, queste infatti devono essere scelte in modo accurato per portare più visite possibile al sito web. 

 

Le abitudini degli utenti digitali cinesi sono molto diverse anche sotto questo aspetto, se gli occidentali preferiscono ricorrere a keyword molto brevi, i cinesi effettuano query più lunghe.

 

  • Campagne SEM

Attraverso le tecniche di Search Engine Marketing è possibile sponsorizzare i siti con campagne mirate.

 

Fra le piattaforme messe a disposizione da Baidu ai brand per fare campagne SEM troviamo Baidu Tuiguang, Baidu Bridge, Baidu Display, PPC e Baidu Brand Zone.

La scelta delle keyword è fondamentale non solo per la SEO su Baidu, ma anche per la SEM. Infatti vanno individuate le parole meglio associate al brand che possono rendere più efficaci le campagne di advertising. Le keyword sono quindi d’importanza primaria per entrambe le strategie.

  • Traduzione a professionisti

La traduzione molte volte viene considerata una parte banale, tuttavia un sito che non viene tradotto nella lingua ufficiale, in questo caso il cinese mandarino, rischia di sminuire moltissimo il valore di un brand o di un prodotto. 

Comunicare con Google Translate quindi non è percepito positivamente dagli utenti cinesi, quello che serve è una traduzione attenta e dettagliata che trasmetta la cura e la qualità del prodotto. 

 

Se vi interessa anche il mercato russo, allora potete fare la conoscneza di Yandex, leggendo questo articolo 

Iscriviti alla nostra newsletter